Centro Fondazione Mariani per i DIsordini del MOvimento dell'Età PEDIAtrica (DIMOPEDIA) - Fondazione Mariani
Centro Assistenza

Centro Fondazione Mariani per i DIsordini del MOvimento dell’Età PEDIAtrica (DIMOPEDIA)

È la prima struttura in Italia a fornire un approccio multidisciplinare ai disturbi del movimento pediatrici: l’obiettivo del Centro è prendere in carico il bambino e l’adolescente con un approccio che integra grande esperienza clinica con le più avanzate tecniche diagnostiche e terapeutiche disponibili.

Il Centro Fondazione Mariani DIMOPEDIA tratta, con metodologie all’avanguardia, i disturbi del movimento, sintomo dominante o associato a numerose patologie che si manifestano in età pediatrica, acquisite o geneticamente determinate, spesso rare o rarissime.

Uno dei punti di forza è la modalità di gestione dei pazienti finalizzata alla presa in carico complessiva dei bisogni degli stessi, sia nel corso del ricovero che in regime ambulatoriale. Per quest’ultimo aspetto un elemento aggiuntivo è la possibilità di una gestione “in remoto” attraverso strumenti di telemedicina, particolarmente utili per la continuità di cura soprattutto per i molti pazienti provenienti da fuori regione.

Scopo finale del Centro è la diagnosi precoce, il counselling genetico e il trattamento medico, riabilitativo e chirurgico costantemente aggiornato in base allo sviluppo delle conoscenze e orientato verso la personalizzazione del trattamento.

Anno fondazione

2020

Direzione

Dr. Nardo Nardocci

Sede

UO di Neuropsichiatria Infantile, Dipartimento di Neuroscienze Pediatriche, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Milano

Patologie trattate

Numerose condizioni di origine genetica o acquisita caratterizzate da disturbi del movimento isolati o complessi, associati a patologia degenerativa, infiammatoria e autoimmune, a disturbi del neurosviluppo ed epilessia

I plus di questo centro

Ambulatori “speciali” per i vari Disordini del Movimento con staff medico dedicato a diagnosi e terapia.

Disponibilità di tecniche diagnostiche all’avanguardia di tipo neurofisiologico, biochimiche e genetico-molecolari, neuroimaging, e tecniche terapeutiche innovative (neuromodulazione).

Stretta collaborazione con le strutture di ricerca dell’Istituto Besta, con rapido adeguamento del processo diagnostico e del trattamento all’evolversi delle conoscenze, oltre a una importante attività di sperimentazione clinica.

Costanti rapporti con le Associazioni di familiari per le singole patologie.