fbpx

logo fm 1

Nuovo Sistema di classificazione della funzione visiva per la PC

Sulla rivista Developmental Medicine and Child Neurology è stato recentemente pubblicato il paper “Visual Function Classification System for children with cerebral palsy: development and validation”. Il lavoro presenta la VFCS (Visual Function Classification System), un sistema valido e affidabile per classificare le abilità visive dei bambini con paralisi cerebrale in setting clinici e di ricerca.

Il dr. Giovanni Baranello dell’Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano, promotore dello studio, commenta:

«I dati di letteratura riportano che dal 10 al 50% dei bambini affetti da paralisi cerebrale (PC) presenta un disturbo della funzione visiva di gravità variabile, che risulta o secondario al danno cerebrale sottostante, o al coinvolgimento delle strutture visive periferiche, o a una combinazione di entrambi. La nuova definizione delle PC riporta chiaramente che i disordini visuo-percettivi, insieme al disturbo motorio, costituiscono un aspetto integrante del quadro clinico della PC. La presenza, infatti, dei cosiddetti disturbi associati, come i disordini percettivi, cognitivi, della comunicazione e del comportamento, possono condizionare la vita quotidiana di un bambino con PC anche più del disordine motorio. Per questo, oltre a una valutazione oftalmologica, è fondamentale che ogni bambino con PC abbia una adeguata valutazione delle sue abilità visive subito dopo la diagnosi e prima di iniziare una presa in carico riabilitativa; è importante, cioè, prendere consapevolezza delle sue abilità nel vedere, dirigere lo sguardo, riconoscere, interagire con l’ambiente ed esplorarlo nelle attività quotidiane connesse alla visione. Negli ultimi 20 anni sono stati sviluppati diversi sistemi per classificare le abilità negli aspetti grosso-motori, manuali, di comunicazione e nel bere e mangiare. Tutti questi sistemi di classificazione prendono in considerazione le diverse abilità del bambino, piuttosto che le sue limitazioni, rispetto al livello di attività e partecipazione in situazioni della vita reale. Questi sistemi di classificazione sono basati su 5 livelli che descrivono la performance abituale del bambino nella vita quotidiana piuttosto che la migliore capacità.

Data l’importanza delle abilità visive nel condizionare lo sviluppo generale e la qualità di vita del bambino con PC, un gruppo di studio promosso dal sottoscritto, costituito da esperti dell’Istituto Besta, degli Istituti Mondino di Pavia e Stella Maris di Pisa, degli Spedali Civili di Brescia e del Policlinico Gemelli di Roma, ha sviluppato, in collaborazione con genitori e persone affette da PC, un nuovo Sistema di classificazione della funzione visiva per la PC, la VFCS. Simile alle altre classificazioni già esistenti, la VFCS è basata sull’abilità del bambino con PC di usare la visione nella vita quotidiana, ed è espressa in 5 livelli di abilità. Il processo di sviluppo ha seguito varie fasi, partendo dalla revisione della letteratura, attraverso la stesura di numerose bozze fino al processo di confronto con esperti internazionali. La fase di validazione, che ha coinvolto 29 operatori, e ha testato la VFCS in 160 bambini e adolescenti con PC tra 1 e 19 anni, ha permesso di raggiungere un agreement molto alto tra operatori, con buoni risultati anche tra operatori e genitori. Questi dati confermano che la VFCS ha un costrutto adeguato e rappresenta un sistema affidabile per classificare le abilità visive del bambino con PC sia in ambito clinico che di ricerca».

Vai al paper

 

Copyright © 2019 Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani
ISO Certification - Quality policy - Website terms and conditions of use  - Information and cookie policy
Viale Bianca Maria, 28 - 20129 Milano
Telefono +39 02 795458 - Fax +39 02 76009582
Email: info@fondazione-mariani.org
Registro persone giuridiche Prefettura di Milano n. 72
codice fiscale 97035810155

UA-68368477-1