logo fm 1

header cooperazione

  • Home
  • Assistenza
  • Cooperazione
  • Progetti conclusi
  • Albania

Albania

La missione di cooperazione in Albania prese le mosse nel 1999, ai tempi della guerra del Kosovo, con finalità essenzialmente assistenziali volte, all’inizio, ad alleviare i disagi della popolazione kosovara, soprattutto infantile, forzatamente emigrata e precariamente ospitata dagli albanesi coetnici.
L’intervento della Fondazione Mariani in Albania si è articolato in due progetti a carattere prevalentemente socio-sanitario in una cittadina a sud dell’Albania, Saranda, e altri due a carattere più formativo e scientifico in collaborazione con l’Università di Tirana.

1) Assistenza sanitaria, diagnostica e terapeutica, nei confronti dei bambini di Saranda con differenti disabilità neurologiche
Area geografica: Saranda (Albania)
Partner locale: Quendra Sociale Santa Marcellina di Saranda
Responsabili tecnici e scientifici: Laura Mira (Fondazione Mariani, fino al 2005), David Zerbi (Fondazione Mariani, 2006-2007), Suor Daniela Silvestrini (Quendra Sociale Santa Marcellina)
Durata: 1999-2007
Finanziamento erogato: € 407.569

Descrizione
Una prima fase del progetto (1999-2002) fu incentrata sulla evidenziazione di una popolazione infanto-giovanile con disabilità neurologiche, effettuata in loco sia direttamente che con la collaborazione di operatori locali, medici specialisti e/o operatori assistenziali e pedagogici, e sull’allestimento delle strutture logistiche. Una seconda fase (2003-2004) è stata caratterizzata sia dalla sistematica cooperazione diagnostico-terapeutica di neurologi e psicologi albanesi della Università di Tirana, università con la quale si è instaurato un durevole rapporto di collaborazione, sia dall’attenzione estesa anche a bambini con difficoltà e/o disadattamento sociale e scolastico (in orfanotrofio e nelle scuole primarie). Infine è seguita una terza fase di messa a regime, intervenuta dopo una indispensabile transizione verso attività più definite e consolidate. Un particolare impegno è stato posto, fin dall’inizio, sulla formazione di medici locali e di personale tecnico, infermieristico e pedagogico attraverso corsi in loco e ripetuti stage in Italia. Di particolare rilievo è stato il contributo della Fondazione alla costruzione dei locali per l’ambulatorio medicocon le relative attrezzature nell’ambito della nuova sede che il Quendra Sociale Santa Marcellina si è dato a Saranda.

Nel corso degli anni hanno prestato in loco la loro consulenza tecnico-scientifica, sempre su base volontaria: Erberto Livini (pediatra), Marina Rodocanachi (fisiatra, neurologa), sig.ra Fusetti (tecnica EEG), Bona Oxilia, (psicologa), Maria Teresa Aliprandi (psicologa).

Breve sintesi delle attività e dei risultati
Risultati diagnostici (visite e consultazioni specialistiche):
- buoni risultati globali in senso clinico (200-300 casi/anno di bambini seguiti);
- molto limitati invece i risultati in senso strumentale (40-50 esami EEG effettuati) per difficoltà di esecuzione e manutenzione delle apparecchiature;
- ottimi risultati in campo neurologico grazie anche alla collaborazione degli specialisti di Tirana (con nostra consulenza) per circa una settimana/mese per 10 mesi/anno per circa 5 anni;
- ottima cooperazione diagnostica in senso psicologico con alcuni specialisti di Tirana, dapprima a Saranda poi a Tirana;
- col tempo le visite e le consultazioni a Saranda sono state viepiù limitate grazie all’invio programmato della casistica neurologica a Tirana, secondo un programma di automantenimento.

Risultati terapeutici:
- obiettivo ben sviluppato in senso neurologico con provvedimenti clinici, farmacologici e counselling in loco;
- limitata collaborazione e modesti interventi in senso fisiochinesiterapeutico e riabilitativo (circa 40-50 casi trattati negli anni 2000 e 2001);
- introduzione di interventi di tipo psicopedagogico (sia diagnostico che di trattamento) prima presso il locale orfanotrofio (9 bambini), successivamente su alunni delle scuole primarie (50-60 bambini per anno scolastico, in 2 mattine/settimana per 8 mesi/anno).

Risultati formativi:
- la formazione di medici albanesi di Saranda (un pediatra, un neurologo e un fisiatra) in Italia è avvenuta solo in una primissima fase con risultati assai modesti. Decisamente più fruttuoso, sia per gli aspetti formativi che collaborativi – è stato l’appoggio di medici specialisti dell’Università di Tirana operanti a Saranda;
- il personale insegnante, sia del Quendra Sociale Santa Marcellina (2 persone) che delle scuole primarie (9 insegnanti), è stato invitato a partecipare a Milano a 3 stage, a loro espressamente dedicati, incentrati sull’apprendimento di tecniche rieducative e di trattamenti pedagogici per alunni disabili o disadattati scolasticamente; sono stati effettuati in loco anche brevi stage formativi di management sanitario per medici e infermieri locali.

Relazione finale

2) Progetto inteso al recupero scolastico e sociale di bambini albanesi con disabilità e/o difficoltà neuropsichiche, comportamentali e carenze assistenziali, frequentanti le scuole d’infanzia ed elementari della città di Saranda e suoi dintorni
Area geografica: Saranda, Shendelli (Albania)
Partner locale: Quendra Sociale Santa Marcellina di Saranda
Responsabili tecnici e scientifici: David Zerbi (Fondazione Mariani), Giulia Niffenegger (Scuola Nuova Educazione di Milano), Suor Daniela Silvestrini (Quendra Sociale Santa Marcellina)
Durata: 2008-2009
Finanziamento erogato: € 92.240

Descrizione
Il progetto ha rappresentato l’evoluzione dell’intero progetto di cooperazione nei confronti della popolazione infanto-giovanile albanese, in particolare nell’area di Saranda, iniziato nel 1999.
Le azioni diagnostico-terapeutiche neurologiche e psicologiche, condotte direttamente da operatori della Fondazione Mariani o attivate attraverso collaboratori albanesi (medici, neurologi e insegnanti) in risposta ai bisogni della popolazione infantile via via evidenziati negli ambulatori, nelle scuole, nell’orfanotrofio di Saranda, hanno consentito una conoscenza anche epidemiologica e sociale dei problemi locali.
In questo intervento si è inteso quindi porre una particolare attenzione ai problemi della disabilità neuropsichica rilevata a livello scolastico sia nella scuola materna del Quendra Sociale Santa Marcellina che nelle scuole primarie di Saranda e del villaggio di Shendelli. Attenzione che è stata volta alla definizione diagnostica dei problemi del disadattamento scolastico, alla prevenzione delle cause delle disabilità e verso un impegno riabilitativo e psicopedagogico condotto da specialisti italiani con il personale insegnante sia del Quendra S.S.M. che delle scuole statali primarie.
Larga parte del lavoro è stato basata sulla formazione del personale albanese. La formazione è avvenuta “sul campo” con ripetuti stage formativi in Italia realizzati con la partecipazione, da parte di 9 insegnanti albanesi, a settimane di lavoro pedagogico presso la scuola “Nuova Educazione” di Milano diretta dalla prof.ssa Giulia Niffenegger. Altrettanti stage formativi specialistici sono stati frequentati a Milano dalla direttrice della scuola materna di Saranda.

Breve sintesi delle attività e dei risultati
- A livello di scuola materna è stata innanzitutto impostata, assieme alle insegnanti, una osservazione neurologica, psicologica e pedagogica sui bambini con difficoltà o anche solo sospetti di difficoltà (screening). Sono stati successivamente identificati indirizzi di trattamento individuale e avviati corsi di psicomotricità (per tutti i bambini, compresi i casi particolari).
- Per i ragazzi delle classi della scuola primaria, dopo una valutazione critica (somatica, neurologica, comportamentale, psicologica e sociale) delle numerose segnalazioni pervenute, è stato impostato, con la stretta collaborazione delle 8 insegnanti dedicate e dell’ispettrice scolastica, un programma pedagogico differenziato a piccoli gruppi (5-7 individui) con impegno extrascolastico di 4 ore settimanali per 8 mesi l’anno. Grazie all’impegno delle insegnanti, seguite dalla prof.ssa Niffenegger per almeno 3 volte/anno a Saranda e nello stage milanese, e costantemente anche da Sr. Daniela Silvestrini, si sono avuti apprezzabili miglioramenti individuali in larga parte dei circa 50 bambini seguiti settimanalmente, ma si sono altresì ottenuti significativi risultati e riconosciuti cambiamenti nell’approccio pedagogico non solo sul gruppo considerato, ma anche nelle scuole primarie di Saranda presso le quali le “nostre “ insegnanti operano.
- Ha assunto una particolare valenza pedagogica e sociale il lavoro svolto da due insegnanti albanesi presso il villaggio di Shendelli, nei dintorni di Saranda, con importanti risvolti formativi, sia sanitari che culturali, sull’intero villaggio.

Relazione finale

3) Partnership scientifico-formativa con le strutture neurologiche e neuropediatriche dell’Università di Tirana
Area geografica: Tirana (Albania)
Partner locale: Clinica Neurologica e Servizio di Neuropediatria del Dipartimento Pediatrico dell’Università di Tirana
Responsabile scientifico: David Zerbi (Fondazione Mariani)
Durata: 2003-2007
Finanziamento erogato: € 109.702

Descrizione
La collaborazione con l’Università di Tirana è avvenuta in primo luogo con la prof.ssa Jera Kruja, direttore della Clinica Neurologica. Tale collaborazione è nata dall’intuizione della indispensabilità di cooperare con le strutture locali, coinvolgendo il personale specialistico albanese nella programmazione e nella partecipazione operativa al progetto assistenziale a Saranda. Oltre a medici e paramedici di Saranda, è stato quindi fondamentale coinvolgere anche il personale dell’Università e dell’Ospedale di Tirana per poter “costruire” in loco un servizio sanitario che rispondesse alle effettive necessità della popolazione infantile. La Fondazione ha sostenuto la Società Albanese di Neuropediatria e, negli anni, si è sempre più sviluppata la cooperazione con le strutture neurologiche dell’Università di Tirana, della quale sono state sponsorizzate attività formative e congressuali neuropediatriche. La collaborazione ha fatto sì che la Clinica Neurologica di Tirana diventasse il naturale luogo di riferimento per i consulti su casi clinici complessi e per gli approfondimenti clinici e strumentali.

Breve sintesi delle attività e dei risultati
- Avvio della collaborazione in loco con un neurologo assistente della Clinica Neurologica Universitaria, il dr. Drini Dobi, e una neuropsichiatra infantile, la dr.ssa Florida Berberi, per attivare consultazioni diagnostico-terapeutiche periodiche a Saranda, il coordinamento assistenziale e la stessa educazione socio-sanitaria dei bambini e delle loro famiglie. Contemporaneamente, per i dottori Dobi e Berberi, sono state previste molteplici occasioni di formazione specialistica in Italia (partecipazioni a stage, congressi, corsi).
- Alla Prof.ssa Kruja sono state richieste due visite di superconsulenza all’anno a Saranda.
- Sono stati stabiliti importanti rapporti collaborativi con la Scuola di Neuropediatria di Tirana diretta dalla prof.ssa Valentina Tahsko e con la Cattedra di Psichiatria e Neuropsichiatria Infantile diretta dal prof.ssa Anastase Suli.
- È stata finanziata una borsa di studio per la Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile (durata: 5 anni) presso l’Università di Pavia a una dottoressa albanese.
- È stato dato supporto finanziario per lo svolgimento di una ricerca epidemiologica sulle malattie neurologiche in Albania e, in particolare, sull’epilessia infantile, in cooperazione con l’Istituto Mario Negri di Milano.

Relazione finale

4) Integrazione e rafforzamento del rapporto di partnership tra Fondazione Mariani e l’Università di Tirana
Area geografica: Tirana ((Albania)
Partner locale: Clinica Neurologica e Servizio di Neuropediatria del Dipartimento Pediatrico dell’Università di Tirana
Responsabile scientifico: David Zerbi (Fondazione Mariani)
Durata: 2008-2009
Finanziamento erogato: € 13.232

Descrizione
Il progetto rappresenta la naturale conseguenza del precedente per portare a termine alcune attività avviate con la Clinica Neurologica di Tirana: completare l’erogazione del finanziamento per la borsa di studio della dottoressa albanese e concludere l’inchiesta epidemiologica sulle malattie neurologiche in Albania affidata al dr. Ettore Beghi dell’Istituto Mario Negri di Milano. Si è inteso così rafforzare ulteriormente i rapporti con l’Università di Tirana e le sue strutture neurologiche.

Breve sintesi delle attività e dei risultati
- Stage a Milano per un Master in Epilettologia Infantile diretto dal prof. Giuliano Avanzini dell’Istituto Neurologico “Carlo Besta” per la dr.ssa Silvana Mijo, assistente neurologa della Cattedra di Neurologia.
- Nel 2009 presentazione da parte della prof.ssa Kruja e del prof. Zerbi dei risultati dell’inchiesta epidemiologica sulle malattie neurologiche in Albania, con particolare riguardo all’epilessia infantile, nelle due aree di Saranda e Tirana, al X Convegno della Società Mediterranea di Neurologia e al I Congresso sulla Neuroepidemiologia Clinica che si è svolto a Monaco di Baviera.

Relazione finale
Altri materiali
Albanian project on epidemiology of some neurological disorders

UA-68368477-1