fbpx

logo fm 1

In ricordo di Antonio Magnocavallo, protagonista deciso e determinante

Accanto ai coniugi Mariani, l’Avvocato Antonio Magnocavallo ha così fortemente contato nella storia della nostra Fondazione che la sua scomparsa non può ritenersi tale: tanto forte è il suo segno da restare essenzialmente presente.
Sin dai primordi, ancor prima della costituzione ufficiale, ha accompagnato la Fondatrice signora Luisa Mariani nel definire il suo intento e nel dargli forma: dal desiderio di aiutare i bambini più duramente colpiti dalla malattia, alla definizione degli scopi istituzionali, che già nello Statuto originario legano assistenza e formazione come due pilastri del progresso in neurologia infantile. Con l’ineguagliabile alleanza dell’omonima nipote Luisa Bonora, tuttora sensibile ed attenta custode delle volontà famigliari nel ruolo di vicepresidente, ha disegnato tutta la storia della Fondazione: ai tempi della elegante presentazione pubblica dell’Ente, aveva studio negli storici ambienti di Palazzo Greppi, consoni all’eleganza dell’illuminata borghesia imprenditoriale milanese, dove esordì questo lungo cammino di generosità.
I primi anni furono quelli della scoperta, e insieme del consolidamento patrimoniale: le visite nei locali di Viale Premuda passavano senza soluzione di continuità dalle riunioni consiliari di Aster e affini, ai “brainstorming” in gruppo ristretto sulle prossime iniziative e prospettive.
Il mondo apparentemente circoscritto ma in realtà tanto esteso di una specialità complessa e interdisciplinare si doveva capire e tradurre in azione, e in questo il Presidente Magnocavallo era maestro, anche per una certa, sana impazienza. Ma tale pragmatismo conservava un risvolto di empatia e sollecitudine culturale, base ideale per la perfetta intesa con l’altra figura cardine, il professor Renato Boeri, direttore clinico e scientifico dell’Istituto Besta e architetto del primo, eclettico Comitato Scientifico: “lo abbiamo creato insieme in un’ora di telefonate ai futuri componenti”, amava ricordare. Come ad personam era il rapporto con ciascuno di loro: per vari anni i regali di Natale ad essi destinati venivano scelti singolarmente tra gli augusti volumi di una nota libreria antiquaria.
Il suo stile lucidamente immediato e costruttivamente tranchant ha caratterizzato la crescita di un ente da allora riconosciuto come riferimento. Si sono susseguiti molti capitoli significativi: l’aggiunta del finanziamento alla ricerca agli obiettivi statutari, gli esperimenti nella cooperazione internazionale, la formalizzazione del sodalizio con il Besta e l’ingresso della Mariani nella fondazione partecipata dell’Istituto Neurologico, e nel 2010 il passaggio di testimone della Presidenza: come tutti gli appassionati di musica ben sanno, c’era anche altro nella sua vita. Mantenendo sempre, tuttavia, un ruolo di protagonista appassionato, critico e coraggioso. Insomma, il contrario dell’indifferenza, e pure per questa incisività gli amici e i collaboratori ricordano con riconoscenza “il Magno” – di nome e di fatto, un’autorità che continua.

Maria Majno
Vicepresidente Fondazione Mariani

Copyright © 2019 Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani
Certificazione ISO - Politica per la qualità - Termini e condizioni d'uso del sito - Informativa e cookie policy
Viale Bianca Maria, 28 - 20129 Milano
Telefono +39 02 795458 - Fax +39 02 76009582
Email: info@fondazione-mariani.org
Registro persone giuridiche Prefettura di Milano n. 72
codice fiscale 97035810155

UA-68368477-1